Alba, una splendida cittadina di origini romane (Alba Pompeia) che sorge ai piedi dello splendido scenario delle Langhe, si presenta ai suoi visitatori come capitale del vino e del tartufo.
Delle cento torri che le diedero fama, Alba ne conserva solo più alcune: tra queste, le più alte e meglio conservate sono le due che svettano su piazza del Duomo.
Da Piazza Duomo si accede a quella che è la via principale, Via Vittorio Emanuele (denominata dai cittadini come Via Maestra) nella quale si concentra gran parte dell’economia albese. Essa è tappezzata da negozi di diversa natura: prodotti tipici, bar, vinerie, abbigliamento, che trovano la loro locazione negli antichi palazzi medievali che ne caratterizzano la via.
Fra gli eventi che si svolgono ad Alba è di particolare importanza “Vinum” una manifestazione il cui il protagonista assoluto è il vino che può essere degustato per le vie del centro. L’evento che rende famosa Alba è certamente La fiera Nazionale del Tartufo: essa iniziò nel 1928, inizialmente era un’esposizione agricola-industriale ma ben presto, grazie alle intuizioni del ristoratore Giacomo Morra, divenne per eccellenza la manifestazione del tartufo. A Morra va il merito per aver intercettato nel tartufo grandi potenzialità; era un prodotto infatti che ben presto avrebbe arricchito il territorio locale.
La Fiera citata poc’anzi è inoltre caratterizzata dalla Rievocazione Storica dei borghi durante la quale è possibile assistere a centinaia di figure in costumi medievali che sfilano per le vie del centro, recitando scenette di fatti storici.
Altro punto di forza per la città è la cucina tipica, caratterizzata da innumerevoli portate che è possibile assaporare nella maggior parte dei ristoranti presenti sul territorio.